Image and video hosting by TinyPic
Scrivo, amo, odio, canto, suono,
fotografo, cucino, detesto, apprezzo
e soprattutto vivo tutto quello che è possibile vivere



Pensieri vaganti

 

Sempre.

I sogni vanno coltivati, vanno protetti e anche se qualcuno ti dirà che sognare non porta a nulla non demoralizzarti. Non mollare, anche se avrai tanti motivi per lasciare stare. Non accontentarti perché le vie di mezzo nei sogni sono solo una presa in giro. Lotta, credici, stringi i denti e continua il tuo cammino. Non è facile portare avanti i propri sogni. Quelli veri, quelli che spaventano la gente che ha smesso di crederci. Tu puoi fare la differenza e non si tratta di essere ottimista. Si tratta di crederci sempre e arrendersi mai.

Colpa delle stelle.

Alla fine ho ceduto e sono andata al cinema a vedere “Colpa delle stelle”. Sono entrata in sala con un pacchetto di fazzoletti in borsa, convincendomi che non mi sarebbe servito (bugia) e intanto già mi davo ordini sul gestire le possibili lacrime in arrivo. Solitamente sono quella che riesce a piagnucolare, anche guardando un cartone animato perciò figuriamoci un film che parla di cancro. Sì, quella parola che ho sentito così tante volte in casa e ho sempre sperato che si potesse abolire dall’umanità. Perchè a me il cancro ha portato via nonna Maria, ha cercato di fare lo stesso anche con nonna Pina. Solitamente la gente tende a nascondere le parole cancro, malattie terminali, chemioterapia, morte per paura o per convincersi che intanto è una cosa che capita agli altri perchè dovrebbe coinvolgere proprio noi? Siamo invincibili, no? Direi proprio di no. Il film è iniziato e dopo venti minuti circa già stavo al secondo fazzoletto. Ho decisamente ignorato il fatto che fossi in pubblico e che avrei dovuto tenere un comportamento decoroso. Per favore lasciatemi piangere. Le lacrime mi hanno tenuto compagnia per tutto il tempo e ho assunto le sembianze di un panda nel giro di poco. Sono entrata in sala con l’assoluta certezza di finire sepolta dai fazzoletti perchè per quanto possa essere forte, ottimista, coraggiosa e solare non riesco a rimanere impassibile davanti a questo argomento. Mi ha già “fregato” più volte e non sempre stare attenti serve. Puoi fare mille controlli, tirare sospiri di sollievo ogni volta che sembra tutto perfetto ma non sempre è abbastanza. Purtroppo. Dovevamo nascere invincibili, forse era meglio.

 

Blogger vs Grammatica Italiana

Ormai tutti si sentono in dovere di aprirsi un blog e di improvvisarsi giornalisti, redattori, blogger di qualche cosa. Proprio tutti, anche il giardiniere e la badante di tua nonna. Basta avere accesso ad internet, digitare su Google “come aprire un blog” e sentirsi potenti davanti alla scritta “crea il tuo blog”. Procedi e ti senti figo, poi che dentro ci butti qualche post sgrammaticato non importa. Quello che conta è poter aggiornare il proprio lavoro su Facebook come “Blogger”. Perchè io so scrivere. Davvero? Fate bene se sapete scrivere qual è senza apostrofo, se sapete la differenza tra la e là, se non mettete accenti a caso.

Insomma se conoscete un minimo di grammatica italiana.

Com’è nata la pubblicità? Come si crea uno spot? Quali sono le tappe fondamentali per una buona campagna pubblicitaria? Abbiamo non uno, ma ben due eventi che possono darti le giuste risposte. L’invito è aperto a tutti gli studenti universitari di Torino, in particolare a quelli di Scienze della Comunicazione che hanno curiosità che non trovano sui libri scolastici e vorrebbero avere qualche idea più concreta sul mondo degli spot. Se il mondo pubblicitario ti affascina non puoi perderti queste conferenze con degli esperti del settore. Un’occasione per scoprire come realizzare una buona idea e renderla accattivante agli occhi della gente. PRime Italy ti offre l’opportunità di saperne di più e di approfondire una delle tematiche più interessanti del mondo della comunicazione. 
Scopri come partecipare!

Com’è nata la pubblicità? Come si crea uno spot? Quali sono le tappe fondamentali per una buona campagna pubblicitaria?
Abbiamo non uno, ma ben due eventi che possono darti le giuste risposte. L’invito è aperto a tutti gli studenti universitari di Torino, in particolare a quelli di Scienze della Comunicazione che hanno curiosità che non trovano sui libri scolastici e vorrebbero avere qualche idea più concreta sul mondo degli spot. Se il mondo pubblicitario ti affascina non puoi perderti queste conferenze con degli esperti del settore. Un’occasione per scoprire come realizzare una buona idea e renderla accattivante agli occhi della gente. PRime Italy ti offre l’opportunità di saperne di più e di approfondire una delle tematiche più interessanti del mondo della comunicazione.

Scopri come partecipare!

Happiness.

Ogni tanto mi scontro con l’autostima e non è così spiacevole. Ogni tanto le persone arrivano per ricordarmi che so fare pure io qualcosa di buono. Ogni tanto mi convinco di non esser così malaccio nello scrivere e di essere sulla strada giusta.